Sei segni di intolleranza all’esercizio

L’intolleranza all’esercizio è un sintomo comune tra coloro che soffrono di malattie cardiache, malattie mitocondriali o disturbi metabolici. In questi casi, la normale conversione di cibo o ossigeno in energia viene interrotta, lasciando il paziente senza un’adeguata fornitura. I gradi dell’intolleranza all’esercizio possono variare: può esibirsi dopo gli sforzi più lievi o richiedere sforzi più sostenuti per essere riconosciuti. Allo stesso modo, può affliggere il malato durante l’esercizio o più tardi. Imparare ad identificare i segni è essenziale.

Fatica

Anche per la forma fisica, le esercitazioni vigorose impongono gli organi ei muscoli del sistema respiratorio. Quando si raggiunge l’esaurimento, lo sforzo continuo può portare a mancanza di respiro e vertigini. Queste sensazioni indicano che l’ossigeno non viene più trattato in modo efficiente e il resto è necessario. Nel caso di un esercizio fisico intollerante, la soglia di esaurimento può apparire in pochi minuti dall’inizio dell’attività fisica. Peggio ancora, l’affaticamento può essere indotto da un’attività apparentemente innocua, come mangiare o scrivere.

Crampi muscolari

Crampi muscolari accadono agli atleti elitari, quindi perché dovrebbero segnalare l’intolleranza all’esercizio? La differenza risiede nella quantità di sforzo necessario per produrre i crampi e la durata della loro presenza. Un sofferente – assumendo un adeguato stretching – può sopportare solo pochi minuti di allenamento prima di provare dolore e rigidità, che può durare per diversi giorni. In alternativa, il dolore può svilupparsi durante l’esercizio di intolleranze ore dopo, forse quando dorme.

Frequenza cardiaca insufficiente

I ricercatori metabolici citano l’incompetenza cronotropica come segno di intolleranza all’esercizio in alcuni pazienti. Questo fenomeno si verifica quando la frequenza cardiaca non sale al livello necessario per soddisfare le esigenze metaboliche di una maggiore attività. Sebbene molti fattori influenzino, ad esempio, la frequenza cardiaca, l’età e la storia, l’incapacità di raggiungere il tasso che sarebbe normale per un determinato profilo è una possibile bandiera per l’intolleranza all’esercizio.

Depressione

L’attività aumentata può produrre malessere mentale ed emotivo nei soggetti affetti da intolleranza all’esercizio fisico. Insidiosamente, la depressione può sparargli più energia, creando un ciclo vizioso. Di fronte a limitazioni fisicamente debilitanti prende un pedaggio sulla psiche, manifestandosi in ansia, desolazione, disorientamento e irritabilità. Compresi insieme ad altri sintomi, la depressione è una caratteristica comune dell’intolleranza all’esercizio.

Nelle persone con intolleranza all’esercizio possono verificarsi cambiamenti di pressione sanguigna. Stare in piedi e camminare attraverso la stanza è a volte tutto ciò che serve. La rivista “Hypertension Reseach” ha pubblicato uno studio del 2007 che mostra una correlazione tra risposta ipertensiva e intolleranza all’esercizio. Dopo sei minuti di esercizio, quelli con l’intolleranza avevano salti maggiori nella pressione sanguigna del gruppo di controllo.

La discolorazione delle estremità e del viso, che si presenta come un pallore bluastro, può indicare sangue anormalmente ossigenato. Questo è un segno molto visibile dell’intolleranza all’esercizio, ma anche una grave richiesta di intervento. I pazienti devono chiedere un’assistenza medica in caso di grave disgregazione del flusso ematico.

Cambiamento pressione sanguigna

Cianosi