Malattie causate da mangiare troppo grasso

Contrariamente a credenze comunemente ritenute, compresi i grassi in una dieta sana, non provocherà un aumento di peso o una malattia. Non tutti i grassi sono creati ugualmente, e alcuni sono più utili di altri. Grassi sani sono necessari nel corpo per funzioni normali del corpo, lo sviluppo ormonale e l’assorbimento delle vitamine. Al contrario, i grassi non salutari come i grassi saturi e trans aumentano il rischio di alcune malattie, tra cui malattie cardiache e ictus. Consultare un medico per determinare le esigenze individuali di assunzione di grassi alimentari per evitare il rischio di malattie.

Dieta a basso contenuto di grassi

Una dieta a bassa percentuale di grassi non può necessariamente ridurre il rischio di malattie e malattie. “Il New York Times” cita uno studio del 2006 pubblicato in “The Journal of American Medical Association” in cui i ricercatori hanno concluso che una dieta a bassa percentuale di grassi non abbassasse i rischi di gravi malattie in donne di età compresa tra i 50 ei 79 anni. Aderendo ad una dieta a bassa percentuale di grassi ha avuto gli stessi tassi di attacchi di cuore, colpi e tumori del seno e del colon come soggetti che mangiavano qualunque cibo volevano. Gli oppositori di questa ricerca, tuttavia, hanno affermato che la dieta a bassa percentuale di grassi potrebbe non essere stata abbastanza bassa nel grasso per mostrare differenze significative. Inoltre, le donne nello studio hanno ridotto tutte le fonti di grasso alimentare. I tipi di grassi mangiati potrebbero influenzare i risultati se sono stati inclusi oli più sani e grassi saturi come il burro sono stati esclusi.

Depressione

L’assunzione di grassi alimentari inadeguati può portare a malattie psicologiche come la depressione. Secondo la rivista “Psychology Today”, la depressione maggiore è spesso il risultato della disfunzione della serotonina. La serotonina è un neurotrasmettitore nel cervello che contribuisce a sentimenti di calma e benessere. Inibisce il comportamento impulsivo causato da stress negli individui sani. La disfunzione può portare a comportamenti ostili, bassi stati d’animo, irritabilità e ansietà. Una dieta a bassa percentuale di grassi può contribuire a ridurre il funzionamento riducendo i grassi necessari nelle membrane delle cellule nervose.

Possibile deficit di vitamine

Grassi sono necessari nel corpo per l’assorbimento di vitamine essenziali. Le vitamine sono suddivise in tipi idrosolubili, incluse le vitamine B e C e tipi solubili in grassi, che sono costituiti da vitamine A, D, E e K. Le vitamine fat-solubili non vengono facilmente eliminate nel corpo e sono immagazzinate all’interno del grasso Tessuti e il fegato. Secondo la Colorado State University Extension, le malattie provocate da inadeguate vitamine liposolubili nel corpo sono rare, tuttavia, possono verificarsi carenze in assenza di un’alimentazione alimentare adeguata e di una dieta poco equilibrata. Tali carenze possono variare da disturbi digestivi al dolore osseo alla salute della pelle scarsa.

Dieta ben equilibrata

Le entrate di grasso dietetiche variano tra gli individui e possono variare tra il 10 e il 35 per cento. L’assunzione di grassi sarà influenzata dall’età, dalla statura, dai livelli di attività, dal sesso e dalle condizioni mediche coesistenti. Gli individui con malattia del fegato o della cistifellea richiederanno un’assunzione di grassi minori rispetto a persone altrimenti più sane con rischi di salute ridotti. Mangiare una dieta equilibrata e che comprende carboidrati complessi, frutta e verdura, proteine ​​magre e grassi sani in moderazione è idealmente enfatizzato per garantire un rischio ridotto di malattie. Secondo la Mayo Clinic, anche i grassi sani devono essere mangiati in moderazione, in quanto sono ancora una fonte di calorie. La scelta di grassi monounsaturated e polinsaturi trovati in olii, noci e semi è una scelta più sana del cuore e può abbassare il colesterolo totale del sangue.