È l’olio di ricino commestibile per la stitichezza?

L’olio di ricino è derivato da semi della pianta Ricinus communis. Questi semi, comunemente chiamati fagioli, sono velenosi, ma l’olio di ricino etichettato come commestibile o per uso interno è sicuro da consumare in piccole quantità, purché comprate da produttori rinomati. L’olio di ricino commestibile può essere utilizzato per la stitichezza, anche se è meglio non farlo regolarmente. Consultare un fornitore di assistenza sanitaria qualificata prima di assumere olio di ricino per la stipsi o qualsiasi altro problema sanitario.

Lassativi stimolanti

Lassativi stimolanti come l’olio di ricino sono efficaci per il trattamento della stitichezza, ma sono più duri di altri metodi per alleviare questo problema, come ad esempio gli integratori di fibre o gli ammorbidenti stenosi. L’olio di ricino funziona causando contrazioni nell’intestino, che spinge lo sgabello fuori. Se prendi regolarmente oa lunga durata l’olio di ricino o altri lassativi stimolanti, il tuo intestino può perdere il tono muscolare, che può portare alla stipsi cronica, secondo l’American Academy of Family Physicians di FamilyDoctor.org.

uso

Se siete interessati a prendere olio di ricino commestibile per la stitichezza, non usare più la dose specificata sull’etichetta. Prendete l’olio su uno stomaco vuoto con 8 oz. bicchiere d’acqua. Poiché l’olio di ricino ha un gusto spiacevole, si consiglia di mescolarlo con succo d’arancia freddo, raccomanda MedlinePlus. Anche se la maggior parte dei lassativi stimolanti vengono presi al momento di andare a letto per produrre uno sgabello durante il giorno successivo, l’olio di ricino agisce relativamente veloce, quindi prenderlo quando sarai sveglio e in grado di arrivare rapidamente in un bagno.

Attenzione

Non prenda l’olio di ricino o qualsiasi altro lassativo stimolante per più di una settimana senza le istruzioni del medico per farlo, consiglia MedlinePlus. Inoltre, non prendere più della dose raccomandata perché ciò può portare ad effetti collaterali gravi. Se non passate uno sgabello dopo aver consumato l’olio di ricino, chiamare il proprio medico piuttosto che ingerire più olio. Non lasciare olio di ricino ad un bambino di età inferiore ai 10 anni senza la direzione del medico.

Effetti collaterali

L’olio di ricino può causare effetti collaterali come diarrea, crampi addominali, nausea, vomito e scolorimento delle urine, in particolare se si prende più di quanto raccomandato. Chiamare il medico se questi effetti diventano gravi. Le reazioni avverse come vertigini, svenimenti, mancanza di respiro, dolore al petto, tenuta alla gola, rash, sanguinose feci, sanguinamento rettale o debolezza generale richiedono un’attenzione medica immediata.